Stampa
20
Set

Madrid: Terza edizione delle Giornate della PICM sulle politiche migratorie nell’UE

terceras01La Piattaforma internazionale per la cooperazione e la migrazione (PICM), con il sostegno della Segreteria di Stato dell'Unione europea, ha organizzato il 19 settembre, a Madrid, la terza edizione delle Giornate sulle politiche migratorie dell'Unione Europea (vedi programma), dove più di 70 partecipanti hanno potuto approfondire le proprie conoscenze e rivolgere domande e commenti ai vari relatori:

Rafael Rodríguez-Ponga, Presidente della PICM (vedi l'intervento):

Dopo aver salutato i presenti e ringraziato la Segreteria di Stato dell'Unione europea per aver offerto i finanziamenti, e la Commissione europea per aver accolto l'evento, ancora una volta, nella propria sala Europa, il Presidente ha presentato un breve profilo della storia e le origini della Piattaforma, elencando le organizzazioni che ne fanno parte... continua a leggere


Vicente Navarro de Luján
, Direttore per la proiezione culturale e sociale del CEU-Cardenal Herrera di Valencia (vedi l'intervento)

Ha presentato un'introduzione dal punto di vista antropologico, descrivendo l'essere umano come un essere errante, che necessita, per la propria formazione, della comunione e del contatto con gli altri; il suo desiderio di viaggiare per il mondo è legato alla sua innata curiosità e alla ricerca della verità e della conoscenza. Le migrazioni, qualunque ne siano le cause, sono all'essenza stessa della natura umana e non sempre sono legate alla sopravvivenza... continua a leggere

Eugenio Nasarre Goicoechea, Presidente del Consiglio Spagnolo del Movimento Europeo:: (vedi l'intervento):

Ha iniziato la sua presentazione spiegando le origini del Congresso dell'Aia, tenutosi in un'Europa devastata dalla seconda Guerra mondiale, che sta per festeggiare il suo 70° anniversario e fu la fiamma che accese lo spirito europeo. I sei paesi fondatori decisero che l'Europa della pace, della libertà e della democrazia che volevano costruire doveva partire da una rinuncia parziale degli Stati alla propria sovranità per creare delle strutture comuni... continua a leggere

José Ramón García Hernández, Diplomatico e deputato (vedi l'intervento):

Ha iniziato la sua presentazione segnalando la differenza tra il problema dell'immigrazione clandestina e quello dei profughi. Alcune persone vogliono mettere queste due problematiche sullo stesso piano per creare confusione e definire un ambito di confronto fra la demagogia e la xenofobia. Ma questi due estremi rendono molto difficile una posizione intermedia come quella che devono sostenere i partiti umanisti, in cui la persona è al centro dell'azione politica... continua a leggere

Fernando Martínez Santamaría, Direttore dell'Osservatorio sull'immigrazione (vedi l'intervento) (vedi la presentazione):

Ha iniziato la sua presentazione spiegando che l'integrazione è un processo e, come tale, ha un inizio e una fine che viene raggiunta alla piena integrazione della persona proveniente da un altro paese... continua a leggere

Piergiorgio Sciacqua, Vicepresidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) - Vicepresidente PICM (vedi l'intervento):

Facendo riferimento al pensiero cristiano e alla dottrina sociale della Chiesa, ha segnalato come la Bibbia stessa sia piena di esodi, uno dei più importanti dei quali è la fuga della Sacra Famiglia dall'Egitto. Questa è l'immagine del migrante che dobbiamo tenere a mente... continua a leggere

María Reina Martín, Segretaria generale di Associação para a Formação, Investigação e Desenvolvimento Social dos Trabalhadores (FIDESTRA) - Vicepresidente PICM, (vedi l'intervento):

Ha descritto le caratteristiche del Portogallo, un paese piccolo, con poco più di 9 milioni di abitanti e solitamente ignorato dai migranti, che non lo scelgono come destinazione. Ha poi spiegato la situazione migratoria rifacendosi all'ultimo rapporto del Servizio stranieri e frontiere (SEF) del 2015... continua a leggere

María Jesús Herrera, Capo missione in Spagna dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM) (vedi l'intervento(vedi la presentazione): 

In primo luogo, ha spiegato che in coincidenza con lo svolgimento del primo vertice dell'ONU sui profughi e i migranti, la IOM diventerà ufficialmente un'organizzazione associata alle Nazioni Unite... continua a leggere

Per contattarci

Sede Centrale: C/ Bravo Murillo, 120. Portal Izq. 1º A. 28020. Madrid. Spain

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete sociale

Twitter

Facebook

Flickr