Stampa
26
Ott

MADRID: SEMINARIO INTERNAZIONALE SULLE STRATEGIE PER PROMUOVERE L’IMPIEGO INCLUSIVO

eza15111Dal 16 al 18 ottobre si è tenuto a Madrid il seminario internazionale "Strategie per promuovere l'impiego inclusivo" (vedere programma) organizzato dalla fondazione Humanismo y Democracia, membro fondatore della Piattaforma internazionale per la cooperazione e la migrazione (PICM). Il seminario si è svolto nel quadro dei Progetti del Dialogo Sociale promossi dal Centro europeo per le questioni dei lavoratori (EZA), in cofinanziamento con l'Unione Europea e con la collaborazione della PICM.

Nelle tre giornate del seminario i partecipanti hanno discusso l'integrazione e l'inserimento nel mercato del lavoro e le prospettive future per le persone più vulnerabili in Europa, e hanno presentato esperienze della Germania, dell'Italia, del Belgio, della Polonia, del Portogallo e della Spagna. L'incontro coincideva, il 17 ottobre, con la celebrazione della Giornata internazionale per l'eliminazione della povertà e, a questo proposito, i partecipanti hanno ribadito un forte impegno a proseguire gli sforzi per debellare la povertà estrema, accogliendo il tema scelto dalle Nazioni Unite per quest'anno di "Costruire un futuro sostenibile: unirsi per porre fine alla povertà e alla discriminazione".

eza1510L'apertura del seminario è stata condotta da Rafael Rodriguez-Ponga, presidente della PICM, da Josep Calvó, tesoriere della PICM e vicepresidente del Centro europeo per le questioni dei lavoratori - EZA (Germania) e da Carlos Izquierdo, consigliere di politica sociale e famiglia della regione Madrid, che ha parlato dell'immigrazione nella regione: "un luogo in cui gli immigrati non vengono visti come vittime del capitalismo, ma dove, anzi, li si accoglie con gratitudine, affinché possano iniziare un nuovo progetto di vita come qualsiasi altro cittadino, con gli stessi doveri, diritti e opportunità". Il risultato di questo impegno è stata la creazione dei CEPIS, dove si promuovono l'uguaglianza, l'occupazione, l'integrazione e la conoscenza reciproca. Carlos Izquierdo ha sottolineato che la Regione Madrid "è tuttora convinta che la migliore politica sociale sia la creazione di impiego, non la concessione di sussidi," e ha quindi mostrato il proprio impegno a sostenere l'occupazione inclusiva di coloro che vogliono lavorare ma trovano maggiori difficoltà.

eza153La giornata di venerdì è stata divisa in due sessioni. Nella prima, dal titolo "Situazione del mercato del lavoro in Spagna e prospettive future. Misure di attivazione dell'occupazione", è intervenuto José Ramón Pin, professore alla IESE Business School dell'Università di Navarra. In seguito è stato presentato lo studio: "Integrazione e inclusione nel mercato del lavoro secondo la Strategia Europa 2020" di Lise Szekér, Research Associate del Research Institute for Work and Society - HIVA. Belgio. (vedere presentazione)

La giornata di sabato si è aperta con la relazione: "Promuovere l'inserimento al lavoro delle persone a rischio di esclusione sociale nella Regione Madrid" a cura di Pablo Gómez-Tavira, Direttore generale per i Servizi sociali e l'integrazione sociale della Regione Madrid (vedere presentazione). Il seminario è poi proseguito con due tavole rotonde sull'argomento: "La risposta delle organizzazioni dei lavoratori per la promozione dell'occupazione e l'inclusione sociale e lavorativa. Esperienze e migliori prassi in Europa". Nella prima è intervenuto José Luis Fernández Santillana, Direttore dell'Unità di Ricerca di Unión Sindical Obrera - USO (Spagna) vedere presentazione; Fernando Moura, presidente della Federaçâo dos Trabalhadores Democratas Cristâos - FTDC (Portogallo) e membro della PICM; Roberto Milaneschi, presidente dell'Associazione lavoratori stranieri - Movimento cristiano lavoratori - ALS-MCL (Italia) e membro della PICM; e Dirk Uyttenhdve, presidente del Europees Forum (Belgio) vedere presentazione.

All'ultima tavola rotonda hanno partecipato Maria Jedrych, coordinatrice dei Progetti per l'occupazione e l'intermediazione del lavoro di EDS - Fundacja Nowy Staw (Polonia) vedere presentazione, Nicolae Prodan, coordinatore progetti dell'Institutul Formare Economica si Sociala - IFES (Romania), osservatore della PICM; e Erica Aladino, esperta in materia di formazione per l'occupazione e l'intermediazione del lavoro del Centro di partecipazione degli immigrati (CEPI) di Usera – Madrid vedere presentazione.

Per contattarci

Sede Centrale: C/ Bravo Murillo, 120. Portal Izq. 1º A. 28020. Madrid. Spain

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete sociale

Twitter

Facebook

Flickr