Stampa
17
Feb

La PICM collabora a un seminario internazionale sui sistemi pubblici di protezione sociale in Europa

oeirasLa Piattaforma internazionale per la cooperazione e la migrazione (PICM) ha collaborato allo svolgimento del seminario internazionale "Il futuro e la sostenibilità dei sistemi pubblici di protezione sociale in Europa" (v. programma) tenutosi a Oeiras (Portogallo) dal 9 al 12 febbraio 2017. 

Nel corso del seminario è stata sottolineata l'importanza dei sistemi di protezione sociale, le preoccupazioni per il deterioramento dei diritti dei lavoratori in un contesto di crisi economica, e il basso tasso di natalità in Europa (risultante dalla crisi della famiglia e dei valori della società occidentale), che mette in pericolo i sistemi di welfare.

L’Europa ha bisogno di immigrati per poter invertire questa tendenza demografica e aumentare i contributi che nutrono i sistemi previdenziali.

L'immigrazione va quindi vista come un'opportunità e non un problema. Per quanto riguarda il ruolo delle parti sociali per l’integrazione degli immigrati e la sostenibilità dei sistemi di welfare, Domingo Delgado di H + D ha illustrato l’opera svolta in Spagna dai Centri per la partecipazione e l'integrazione degli immigrati (CEPIS).

Si è anche parlato della crisi dei profughi: una sfida morale per l'Europa e la comunità internazionale in cui tutti siamo tenuti a prestare aiuto e a cercare insieme una soluzione. Un compito a cui devono partecipare tutti i paesi europei e non solo quelli dell'Europa meridionale.

Il seminario è stato organizzato dal Centro de Formação e Tempos Livres (CFTL) e da Base-Frente Unitária de Trabalhadores (BASE-FUT) con il finanziamento dell'Unione Europea e del Centro europeo per le questioni dei lavoratori (EZA).

 

Per contattarci

Sede Centrale: C/ Bravo Murillo, 120. Portal Izq. 1º A. 28020. Madrid. Spain

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rete sociale

Twitter

Facebook

Flickr